Domenica mattina perfetta! Nuovo record

Preliminari

Ieri non ho mangiato benissimo anzi, mi sono abbuffato un po’ più del solito. Sono contento di aver introdotto da circa un mese gli esercizi per braccia e addominali, così riesco a compensare in parte gli eccessi.

Una volta ogni tanto riesco a dormire di notte quindi ieri sono andato a letto intorno alle 23 per potermi alzare stamattina alle 5.30. Avrete letto in altri articoli che io e il caldo non siamo in buoni rapporti. Mi preparo: calze a compressione, pantaloncini, maglietta traspirante, calzini da runner e le mie Brooks! Orologio ed Mp3 attivati.

Inizio

Imposto il gps, avvio la playlist ma purtroppo non trovo quella da 180 bpm, inizio a pensare che oggi farò il mio tempo migliore, non avrò la carica giusta. Parto e subito inizio a sentire il vento che è contrario, piacevole ma non troppo. Dopo un paio di chilometri sento di essere già disidratato, la gola mi sembra secca ma non voglio fermarmi così presto. Proseguo, supero la stazione e mi dirigo verso la Questura di Bergamo. Sono quasi le sei, in giro non c’è nessuno, l’aria è pulita e io sono contento. Continuo la corsa, sono al quinto chilometro ho intenzione di fermarmi per riprendere fiato ma tengo duro e mi dico di continuare finché non stramazzerò al suolo.

Domenica mattina perfetta

Mi ritrovo nuovamente in centro città completamente vuota, di domenica mattina. La voglia di fermarmi è passata e proseguo determinato verso il sesto chilometro. Supero la lunghissima via Broseta e prendo la strada che mi porta verso il parco della Trucca. Sono al passaggio livello che si trova dietro l’Auchan di Bergamo, c’è una salita e stringo i denti per arrivare all’ottavo chilometro, successivamente inizia anche una discesa che ringrazio, riesco a riprendere il fiato e mi pongo l’obiettivo di arrivare al rondò per non fermarmi. Mi manca un chilometro e mezzo alla fine, non voglio prolungare l’allenamento con il defaticamento quindi giro completamente il rondò e mi dirigo verso casa.

Sono al nono chilometro, vorrei davvero cedere ma poi mi dico che in meno di cinque minuti potrò tranquillamente respirare quanto vorrei. Mi ritrovo sulla strada sterrata che porta verso casa e, con piacevole sorpresa, noto che tutte le buche sono state chiuse, questo mi fa pensare che potrò passare di qui anche dopo una giornata di pioggia senza fare slalom o nuotare nelle profonde pozzanghere. Arrivo al decimo chilometro e con sorpresa il mio orologio mi indica “Nuovo Record”, 44’27”!!!

Il risultato che non cercavo

Oggi sono uscito con la motivazione che non era al 100% ma durante la corsa è aumentata. Non volevo assolutamente battere il record, anche perché domani dovrò fare un altro allenamento e non so come starò di gambe. Il primo chilometro l’ho fatto con un tempo di 4’44” e quindi pensavo di terminare con un 4’50” di media, cosa che non mi sarebbe dispiaciuta. Quindi potete immaginare quanto sia felice per questo risultato di oggi! Insomma una domenica mattina perfetta! Questa giornata non poteva iniziare meglio di così!

ps: ho voluto inserire la foto delle mie scarpe perché dopo circa quattro mesi sono ancora soddisfatto della scelta fatta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *